Tre diplomi imperiali di Ottone III

01/07/2016

Tre diplomi imperiali di Ottone III (980 – 1002)
 La forma del diploma imperiale agli albori dell'anno Mille

mostra documentaria a cura di Alessandro Manduzio

I tre diplomi imperiali esposti sono conservati nel fondo Museo diplomatico, cart. 10:

 

998 gennaio 5, Pavia, con frammento di sigillo impresso.

Diploma di mundiburdio (alta protezione o tutela): l'Imperatore pone sotto la sua tutela il Monastero di Sant'Ambrogio di Milano, confermando il possesso di alcuni beni.
Benchè frammentario, il sigillo cereo impresso lascia intravedere l'immagine del'Imperatore in trono.

998 aprile 22, Roma, con sigillo impresso mancante.

Diploma di restituzione: l'Imperatore restituisce al monastero di San Pietro in Ciel d'Oro di Pavia, la terra, precedentemente sottrattagli, detta dei vassalli.
(vai alla scheda, PDF, 843 KB) 

1001 novembre 20, Ravenna, sigillo pendente mancante.

Diploma di mundiburdio: l'Imperatore pone sotto la sua protezione Bernardo, diacono della Pieve di Voghera di san Lorenzo e suo fratello Pietro detto Amizone, in modo che siano muniti della difesa imperiale, comandando che nessun duca, marchese, arcivescovo, vescovo etc. osi gravarli o spogliarli dei loro beni mobili e immobili, castelli, ville, selve, prati, luoghi di pesca, acque condotte e non condotte e corsi d'acqua, mulini, pascoli, servi, ancelle, con tutte le loro pertinenze.

___

Visitabile negli orari di apertura dell'Archivio.

Ingresso libero